Tag

, , , , ,

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il cibo non si apprezza solo con il palato!
Quanto conta una bella tavola, la disposizione del cibo, il set in cui il cibo vive?
Cosa mangiavano Jay Gasby, Oliver Twist, Robinson Crusoe, Gregor Samsa, Lemuel Gulliver, Holden Caulfield, Emma Bovary, la piccola Alice?

E’ questa curiosità che deve aver ispirato Dinah Fried, designer e art director newyorkese, autrice del libro
fotografico  “Fictitious Dishes: An Album of Literature’s Most Memorable Meals”.
Un libro interessante per gli amanti della grande letteratura e del cibo più o meno elaborato.

Dinah Fried  celebra fotograficamente a modo suo alcuni scrittori classici e contemporanei.
Immagini, descrizioni dei pasti e dei gusti dei personaggi letterari. Curiosità sui cibi descritti. Aneddoti sulle preferenze culinarie degli scrittori. Interpretazione della tradizione culinaria delle epoche in cui i romanzi scelti sono ambientati.

“Sulle tavole dei rinfreschi, guarnite di antipasti scintillanti, i saporiti prosciutti al forno si accatastavano, coperti da insalate dai disegni arlecchineschi insieme a porcellini e tacchini ripieni, trasformati come per magia in oro cupo”
(Il grande Gasby)

“Bevi un po’ di vino. Disse la Lepre Marzolina in un tono incoraggiante. Alice guardò sul tavolo ma non c’era niente, tranne il tè” (Alice nel paese delle meraviglie)

Volete scoprire altre foto e altri autori? Li trovate qui.

Annunci